Ciao piccolo Kaos

31.7.18 Cinzia-Siamo tutti sconvolti dalla morte di Kaos, il pastore tedesco, assassinato all’interno della sua villa da un boccone avvelenato, questo meraviglioso cane oltre a far felice il suo proprietario, salvava le persone, lui e’ stato l’eroe di Amatrice.
Guarda caso, ci ricordiamo dei cani, solo quando ne abbiamo bisogno, e quanti cani muoiono per salvare la vita a noi umani? Tanti, troppi.
Eppure gli animali da lavoro, quelli che contribuiscono a migliorare la vita delle persone, soprattutto quelle piu’ sfortunate, continuano a non avere diritti e a non essere tutelati.
Il gesto scellerato fatto al povero Kaos, non e’ altro che una vendetta, una malvagita’, per colpire il suo proprietario.
Non lasciate all’esterno i vostri animali, possono cadere vittime di persone senza scrupoli, feroci, che attraverso un vostro affetto, vogliono farvi del male.
Dal furetto ucciso nel forno, causa una lite per un futile motivo, al boccone avvelenato buttato in giardino, sono episodi che ci fanno capire quanto basti poco a scatenare sentimenti di vendetta anche solo per un malinteso.
Purtroppo l’assassino di Kaos, non si trovera’ .. e se anche fosse catturato, rimarrebbe impunito, l’unica cosa che possiamo fare è non lasciare alla merce’ di altri i nostri animali, proteggiamoli, teniamoli in casa, la loro sicurezza dipende anche da noi.